Finalizzata al controllo energetico, la ristrutturazione di una casa indipendente ha consentito di portare la casa in classe C. Si è investito soprattutto nell’isolamento dell’intera costruzione, dalla sostituzione degli infissi con modelli adeguati fino alla realizzazione di un “cappotto” perimetrale. Inoltre al risparmio che si ottiene grazie alla caldaia a condensazione si aggiunge quello ottenibile con l’integrazione dei pannelli solai termici: ne risulta un contenimento della spesa anche del 60%.

Frangisole

Montati su una struttura in ferro zincato, gli elementi a lamelle, in legno di larice, sono fissi: schermano i raggi solari e limitano la necessità di ricorrere alla climatizzazione.

Pannelli solari

Installati sul tetto, sono di tipo termico, detti anche collettori solari. Consentono il soddisfacimento del 50% della produzione d’acqua calda a integrazione della caldaia per ridurre il consumo di gas.

Un cappotto per i muri

Questo sistema isola dal freddo e ripara dal caldo, eliminando “i ponti termici”, cioè i punti della struttura in cui si ha dispersione di calore. Al contempo fornisce una soluzione alla formazione di condensa di vapore acqueo, macchie e muffe all’interno.

Serramenti

In alluminio a taglio termico, hanno vetri a controllo solare che permettono di proteggere dal surriscaldamento gli interni, riflettendo il calore ma consentendo il passaggio della luce.

Vespaio aerato sotto la casa

Permette di eliminare il problema dell’umidità negli ambienti al piano terra grazie alla posa di casseforme a perdere in plastica a forma di cupola, sopra le quali viene gettato il solaio in cemento armato; sotto, un’intercapedine comunica con l’esterno tramite fori che garantiscono l’aerazione.

Nuova copertura

A cominciare dall’interno, dove restano a vista i pannelli di legno verniciato, il tetto prevede uno strato coibentante, con assito in mdf, lastre sottocoppo montate su magatelli per permettere la ventilazione, e il manto in coppi.

Il tetto è stato demolito e ricostruito per ottenere un elevato livello di coibentazione e garantire comfort termico anche agli ambienti situati al livello sottotetto.

Leggi l’articolo originale qui.

Recommended Posts