La legge italiana permette di detrarre le spese dalla ristrutturazione della casa, ne possono beneficiare non solo i proprietari o i titolari dei diritti reali sugli immobili ma anche sull’inquilino e il comodatario.

Chi può usufruire della detrazione fiscale sulla ristrutturazione 2018?

Ecco l’elenco completo:

  • il proprietario o il nudo proprietario
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • l’inquilino o il comodatario
  • i soci di cooperative divise e indivise
  • i soci delle società semplici
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

Una particolare casistica sulle famiglie può insorgere per le coppie, infatti basta dimostrare tramite bonifici e fatture che il partner sostiene le spese per poter dichiarare la detrazione anche ai conviventi o coniugi.

Nello specifico:

  • il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado) e il componente dell’unione civile
  • il coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge
  • il convivente more uxorio (ovvero il convivente dalla coppia di fatto), non proprietario dell’immobile oggetto degli interventi né titolare di un contratto di comodato, per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016.

L’importante è dichiarare tutto fin dall’inizio, indicando a chi deve spettare l’agevolazione e mostrando le fatture con intestato lo stesso nominativo.

Cosa fare per fruire dell’agevolazione sulla ristrutturazione?

  1. Bisogna comunicare tramite raccomandata A.R prima dell’inizio dei lavori con l’Azienda sanitaria locale. Questa fase si può saltare solo se le norme sulle condizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono l’obbligo della notifica all’Asl.
  2.  Mentre si effettuano i lavori pagare con bonifico bancario o postale in cui vengono indicati i beneficiari della detrazione con il codice fiscale o partita iva.
  3. Infine fare la dichiarazione dei redditi portando tutto il necessario.

Limite annuale della detrazione

Fino al 31 dicembre 2018 il limite massimo di spesa sul quale calcolare la detrazione del 50% è di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Adesso sei pronto a ristrutturare la tua casa!

Recommended Posts